Connect with us

Apple News

Apple Design Awards: i vincitori del 2017.

Pubblicato

il

Come ogni anno, durante la WWDC, Apple premia le migliori applicazioni dell’App Store. Il premio consiste nel riconoscere il merito nel design, nell’innovazione e nell’apporto tecnologico, oltre la capacità di sfruttare al meglio le tecnologie Apple.

Ricordiamo che tra le nazionalità premiate, abbiamo due app italiane: Bear e AirMail 3.

Kitchen Stories. 

Si tratta di un ricettario vero e proprio che racchiude un’ampia gamma di ricette affiancate da foto, video e trucchi.

Abbiamo 5 sottomenù:

  • Home → abbiamo subito una specie di bacheca con le ricette più cercate, inoltre è possibile cercare le ricette in base al nome, ingredienti o al blogger;
  • Come si fa → abbiamo dei piccoli video tutorial che ci insegnano le basi sul come cucinare;
  • Ricerca → permette la ricerca delle ricette;
  • Spesa → dopo aver visto una ricetta possiamo aggiungere gli ingredienti che ci servono in “Lista della spesa”. Qui, recuperiamo ciò che dovremo acquistare;
  • Profilo → troviamo raccolti i “Mi piace” alle ricette ed i nostri ricettari.

Importanti anche le impostazioni, le quali ci permettono sia di scegliere la lingua che le unità di misura.

L’applicazione è disponibile per iPad, iPhone, Apple Watch e Apple TV.

AirMail 3. 

Si tratta di un client mail totalmente italiano che permette di amministrare più indirizzi email allo stesso modo, senza usare diverse applicazioni.

Questa app racchiude tutte le mail, dando un supporto per Gmail Exchange, EWS, IMAP e POP3, che ci consente di gestire più account grazie alla sua interfaccia semplice e pulita.

Dopo la configurazione abbiamo una visualizzazione unitaria e permette di visualizzare l’inbox in ordine cronologico: la differenziazione degli indirizzi avviene tramite l’assegnazione di colori specifici.  Inoltre, è possibile visualizzare l’inbox singolarmente. Presente anche la suddivisione delle Spam.

Possiamo impostare promemoria per la lettura delle email ed è integrabile con app come Wunderlist, Fantastical, Todoist, Evernote e Deliveries.

Le notifiche possono avere suoni differenti e se abilitarle o meno a seconda dell’account e permette, come in mail, di impostare contatti VIP.

È possibile gestire le firme e gli allegati (attraverso Dropbox, iCloud e OneDrive).

Infine, tramite l’app per iMessage è possibile condividere gli allegati delle mail con i propri contatti.

L’applicazione è disponibile per iPad, iPhone, Apple Watch e Mac e sono tutte perfettamente integrate tra loro.

Things 3.

Si tratta di uno dei più famosi task manager in App Store.
Questa nuova versione è ancora più semplice da usare e racchiude un insieme di funzioni utili sia per la vita privata che per il lavoro.

Questa app e la sua estensione può essere usata in qualsiasi app ed è pienamente compatibile con Siri.

È possibile aggiungere intestazioni per i singoli impegni, piuttosto che raggrupparli per “ambito” (es. Salute, Famiglia, Lavoro…). I vari ambiti possono essere interrogati singolarmente e contenere a loro volta altri promemoria.

Integrato col calendario, permette di avere una pianificazione perfetta senza perdere alcun appuntamento.

In conclusione, si tratta di una versione più curata ed intuitiva di “Promemoria”.

L’applicazione è disponibile per iPad, iPhone, Apple Watch e Mac e sono tutte perfettamente integrate tra loro.

Old Man’s Journey.

Si tratta di un videogioco basato su un mondo totalmente disegnato a mano: l’anziano protagonista non parla, ma comunica con noi attraverso la mimica facciale, suggerendoci come proseguire.

I paesaggi  sono modificabili per svelare sentieri nascosti e le differenti esperienze dell’uomo, il quale si sposta semplicemente toccando sulla mappa. Il puzzle è abbastanza semplice e i vari “enigmi” non sono mai troppo complessi.

Al termine del gioco ci sembrerà di aver letto il diario del protagonista, accompagnati da una lieve melodia che fa da sfondo per tutto il gioco.

Sconsigliato a chi cerca l’avventura, adatto invece a chi vuole un titolo rilassante e differente dal solito.

Disponibile su App Store, sia per iPad che per iPhone.

Splitter Critters. 

Al primo impatto sembrerebbe un runner, ma così non è. Questo gioco vede una serie di piccole creature che devono raggiungere la navicella a fine livello: il percorso insidioso e pieno di nemici è modificabile. Difatti, il background è letteralmente strappatile come un pezzo di carta: così facendo possiamo dar vita a nuovi percorsi sicuri per i protagonisti.

All’inizio sembrerà molto semplice, ma man mano che si prosegue lungo i livelli la difficoltà aumenta ed il gioco risulterà più avventuroso. Tutto ciò offre al titolo una certa rigiocabilità.

Un livello non sarà mai uguale ad un altro, così come un gioco non sarà identico ad un altro, infatti muta a seconde delle nostre scelte.

La grafica di gioco è semplice stile cartoon, le musiche sono allegre.

Disponibile sia per iPad che per iPhone.

Enlight. 

Questa applicazione sembra risolvere i problemi di fotoritocco su iPhone, grazie all’enormità di opzioni e strumenti che mette a disposizione.

L’interfaccia è semplice ed intuitiva, ma allo stesso tempo offre con precisione indicazioni su cosa stiamo per fare.

È possibile variare contrasto, esposizione, saturazione, luminosità; si possono ritagliare, migliorare e trasformare foto; applicare filtri vintage o analogici, bianco nero, di grammatura o dissolvenza.
Infine, possiamo anche creare collage montando e sovrapponendo più immagini.

Importante, a mio avviso, anche il salvataggio automatico che ci permette di riprendere il lavoro da dove è stato interrotto.

Presenti le solite opzioni di condivisione.

Mushroom 11. 

Questo game play è conosciutissimo su PC ed è recentemente approdato anche sul mondo mobile.

Questo gioco ci permette di viaggiare attraverso vari livelli controllando una sostanza simil-gelatinosa che dovrebbe essere un fungo.

Il suo percorso è ricco di ostacoli e per affrontarli la creatura è in grado di ricostruirsi e modificarsi a seconda di dove “muoviamo” il nostro dito sullo schermo. In pratica, rispetta a pieno il comportamento di qualsiasi fluido di cellule.

Il gameplay è abbastanza intuitivo e logico, nonostante la marea di enigmi che ci vengono posti ad ogni livello, facendo si che si debba in continuazione mutare la forma della sostanza.

Lake: De-Stress Therapy with Art Coloring Pages.

Questa applicazione, invece, è un passatempo con uno scopo ben preciso, l’arte terapia: non dobbiamo fare altro che colorare le immagini proposte – sia con i colori suggeriti che a piacimento – con i diversi strumenti offerti (pennelli, matite, vernici spray…).

Viene data anche la possibilità di scegliere tra “colorare negli spazi” o permetterci di uscirne.

Permette di passare il tempo, ma, personalmente, nulla di così eccitante.

 

Severed. 

Si tratta di un gioco di ruolo differente dagli altri presenti in store. Ha una grafica cartoon, accattivante, simile a Zelda.

La protagonista è Sasha, una giovane ragazza con un braccio amputato, che si trova sola a combattere dei mostri che hanno rapito la sua famiglia.

Dopo aver impugnato la spada e indossato l’armatura, non ci resta altro che affrontare i livelli. È sufficiente toccare i lati dello schermo per avere una direzione e scrutare l’ambiente che ci circonda, così da collezionare i vari elementi.

Per affrontare i nemici, dovremo affiancarci a loro ed in automatico partirà lo scontro: man mano che si prosegue troveremo nemici sempre più “cattivi”.

Blackbox – Things outside the box. 

È un gioco rompicapo, bello ma non per tutti, proprio per la sua particolarità. Originale e dalla grafica ben curata.
Vengono proposti una serie di rompicapi, non sono necessari tocchi allo schermo, difatti si adopererà solamente il giroscopio, il microfono, le fotocamere, accessori ed impostazioni facendo si che l’integrazione con il telefono sia al massimo.

Non è molto intuitivo, anche perché la lingua è solamente in inglese: la meccanica è poco chiara e spesso è necessario tentare diversi approcci prima di arrivare alla soluzione.

Bear – Scrivi le tue note con stile. 

Si tratta della seconda app italiana premiata e permette di prendere appunti, gestire le note e far liste “to-do”.

Offre un ambiente in cui scrivere comodo e pratico, con la possibilità di cambiare stile testo o stile paragrafo, offrendo anche differenti temi. Nelle note possiamo scrivere a mano, allegare disegni o file.

Le note possono essere collegate tra di loro attraverso link ed è possibile catalogarle per argomento\data\hashtag\pin così da avere una ricerca dei contenuti più facile ed immediata.

I contenuti possono essere esportato in diversi formati: PDF, html, Markdown, RTF, docx, TextBundle, Bear Note, Evernote e JPEG.

Interfaccia pulita e minimale, la sincronizzazione avviene tramite iCloud così da ritrovare i propri contenuti anche su iPad e Mac.

Vengono forniti anche dei simpatici stickers per iMessage a forma di orsetto.

Per sbloccare tutti i contenuti bisogna iscriversi ad un programma: 1,49€\mese o 14,99€\anno.

Elk – Travel Currency Converter. 

Quest’ultima applicazione è un semplice strumento di conversione che ci permette di mettere in correlazione due valute.

Sostituisce la classica schermata di digitazione in cui convertire la cifra di volta in volta.

Rapida ed intuitiva, pratica per chi viaggia, grazie anche all’app per Apple Watch.

Per sbloccare tutti i contenuti, è necessario pagare 4,49€, prima però viene fornita una prova gratuita di 14 giorni.