Connect with us

APPLE

Apple – È finita la magia?

Pubblicato

il

Le ultime settimane non sono state delle migliori per Apple. Il titolo è sceso in borsa in maniera abbastanza importante. E di pari passo si sono abbassate le stime per ciò che riguarda le vendite e i risultati dell’anno. Insomma, una situazione cui Apple non era molto abituata. E che ha smosso l’intera economia mondiale.

Ho sentito dire che probabilmente il giocattolo si è rotto. Beh, non credo sia esattamente così. Certo, quello dell’ultimo periodo è stato un tonfo. Ma Apple resta comunque una delle aziende più importanti e di valore al mondo, quindi dubito che ci troviamo di fronte alla sua fine. O all’inizio della fine. E non credo nemmeno che sarà la nuova Nokia, come alcuni affermano.

Credo piuttosto che questa situazione serva all’azienda di Cupertino come un vero e proprio schiaffo per darsi una svegliata. 

Inutile negare come, soprattutto fino al 2017 e per larga parte del 2018,  in quel di Cupertino si siano tutti un po’ adagiati, cullati da risultati sempre ottimi e da una posizione che, probabilmente, aveva portato loro stessi ad abbassare il livello di guardia. Siamo Apple, noi decidiamo, voi seguite.

Ma si sa, nel mondo degli affari e delle aziende non esiste niente di definitivo e soprattutto nessuno di invincibile.

Numerosi competitors, penso soprattutto alle cinesi Huawei e Xiaomi, infatti, nel frattempo hanno moltiplicato non solo le vendite ma anche il numero di prodotti di livello. Incrementando il loro valore sia in borsa, che agli occhi dei consumatori. Intaccando, quindi, punto dopo punto, la fortissima armatura creata dalla Mela negli ultimi anni. Una armatura che, dopo gli ultimi giorni, ha subito il colpo più duro. Lasciando l’azienda, forse, per la prima volta disarmata.

Ridateci la Magia

Come e da dove si può ripartire? Se lo stanno chiedendo tanti. E Tim Cook e compagnia sicuramente hanno già la risposta. Per quanto mi riguarda credo che la soluzione sia piccola. E in questo momento si trova al polso mio e di milioni di altre persone. Sto parlando di Apple Watch.

Trovo, infatti, che Apple Watch Serie 4 – insieme alle Airpods – sia il prodotto migliore dell’azienda californiana non solo del 2018, ma di qualche anno a questa parte. E questo perché, il piccolo e costoso orologio, rappresenta la sintesi perfetta di tutte le caratteristiche che ogni prodotto della Mela – degno di questo nome – dovrebbe avere.

È bello, costruito in maniera divina, veloce e semplice. E soprattutto nel suo utilizzo combinato con altri prodotti Apple ha quella magia che ti fa dire ma come hanno fatto? 

Ed è proprio da questo elemento che Apple deve ripartire: la magia, ovvero quella meravigliosa espressione di tecnologia che riesce a inserire nei propri prodotti.

Quella magia che fa connettere le Airpods e partire la musica solo mettendole all’orecchio. La stessa magia che permette di copiare un testo su iPhone e istantaneamente averlo sul Mac. Oppure ancora che permette di avere al polso un oggettino con schermo capace di capire se sono al vogatore o se sono appena inciampato. E così via.

Perché nonostante i prezzi spesso esagerati e i rivali agguerriti questa magia Apple ce l’ha ancora.

Sono sicuro che dopo aver letto tutte queste parole quasi tutti avranno capito l’amore che provo per la Mela. Ed è vero: amo questa azienda e amo i prodotti che realizza. Ma più di tutti amo la tecnologia, quella bella: magica. Quella che a Cupertino sanno benissimo come creare.

Questa forte scossa, insomma, credo che alla fine porterà al rinnovamento che forse da troppo tempo Apple aveva rimandato. Restituendoci la Apple vera ed innovativa che abbiamo imparato ad amare.

Per chi volesse avere informazioni più precise sulla situazione economica di Apple qui il link.