Connect with us

Console

Assetto Corsa (Ps4) – Recensione

Pubblicato

il

AssettoCorsa_Partnership_009Buzzoole
Il genere di corse è uno di quelli che, col passare del tempo, ha perso molto interesse sia da parte da parte degli sviluppatori che degli utenti.

Dall’incredibile varietà delle passate generazioni, si è arrivati ad avere una scelta assai limitata, con pochi titoli a farla da padrone.

Per fortuna, questa tendenza si è via via dissipata, grazie anche alla nascita di molti studi indipendenti che hanno avuto la capacità di prendere l’iniziativa, e di regalarci dei piccoli capolavori.

Assetto Corsa, un videogioco tutto italiano, non fa eccezione.

Kunos Simulazione, questo il nome della casa di sviluppo, dopo l’ottimo successo riscontrato con la versione PC, ha voluto portare il fortunato titolo anche su Ps4 e Xbox One.

Abbiamo avuto modo di provare la versione per l’ammiraglia Sony, rimanendo stupefatti dalle incredibili qualità del gioco.

Volete saperne di più? Allora continuate nella lettura!

 

 

Un mare di contenuti

Il primo impatto con Assetto Corsa è davvero incredibile: la sensazione generale che si riesce a percepire è quella di un titolo curato sotto ogni minimo aspetto.

Assetto Corsa

Già dal menu iniziale, infatti, possiamo notare come tutto risulti molto ben organizzato, permettendoci di scegliere tra le varie modalità propostaci dal gioco. Troviamo quindi:

  • Eventi Speciali;
  • Guida;
  • Carriera.

Gli eventi speciali sono delle gare con settaggi pre impostati. Ciò significa che dovrete correre con la macchina che vi è stata assegnata e nel circuito stabilito. L’unica cosa che potrete modificare è la velocità, ed altre impostazioni come il consumo di carburante, cambio, ecc.

Assetto Corsa

Guida è composta, a sua volta, da altre sottosezioni:

  • Pratica;
  • Gara veloce;
  • Gara completa;
  • Online;
  • Hotlap;
  • Time Attack;
  • Drift.

Ed infine carriera, una lunga scalata verso la vetta che ci terrà impegnati per diverse ore. Dovremo partire dal “fondo”, con le macchine meno potenti, vincendo gli eventi che ci vengono proposti (Time Attack, Gara, ecc), in modo da sbloccare la sezione successiva.

Assetto Corsa

 

Videogioco o realtà?

Passando al lato meramente tecnico del gioco, Assetto Corsa dimostra di essere un simulatore come non se n’erano visti da anni.

Chi di voi ricorda il coin-op Ferrari F355? Per chi fosse troppo giovane, questo gioco uscì come cabinato per le sale giochi (poi portato su Dreamcast e Ps2) nel lontano 1999. Alcune versioni avevano tre schermi, insieme a tutta la pedaliera ed al cambio, permettendo un’immersione completa dell’utente. Nonostante avesse a disposizione una sola macchina, il titolo divenne subito un successo grazie all’incredibile precisione del modello di guida. Questo, insieme ad una grafica che per i tempi era davvero stupefacente, faceva ogni volta rimanere di stucco il videogiocatore, poiché la sensazione era quella di guidare una vera Ferrari.

Ecco, questo è Assetto Corsa, un titolo capace di stupire.

Ogni macchina, ogni rumore, ogni gomma, ogni cordolo, ogni tracciato: tutto ha una sua “anima”. Pressoché tutti gli aspetti del gioco sono stati riprodotti e curati sin nei minimi dettagli.

Assetto Corsa

Il feeling che ogni automobile è in grado di restituire si differenzia molto l’una dall’altra, garantendo una varietà nel gameplay spesso sottovalutata. Ci ritroveremo così a guidare macchine dalla mano facile, come può essere una Fiat 500 Abarth o una Alfa Romeo Giulietta, per passare a quelle indomabili come la Lotus 2 Eleven o la McLaren P1. In totale potremo sedere al volante di oltre 90 vetture, incluse macchine storiche come le F1 del passato.

Assetto Corsa

I circuiti, in totale 14 insieme a 26 varianti, rasentano il foto-realismo. Assetto Corsa ce ne propone diversi, tra cui figurano Monza, Imola, Silverstone e Nurburgring tra gli altri. Tutti quanti sono stati realizzati attraverso l’uso della tecnologia Laser Scan, che permette di ricreare anche la minima variazione nel terreno.

Grazie a questo, ci sarà possibile percepire le diverse imperfezioni della pista, permettendoci di adeguare il nostro stile di guida a seconda della situazione.

A tal proposito, il titolo ci permette di modificare diversi aspetti della nostra vettura:

  • Sospensione;
  • Trasmissione;
  • Ammortizzatori;
  • Aero.

Assetto Corsa

Aumentando o diminuendo i valori di questi parametri (suddivisi a loro volta in piccole “sezioni”), potremo notare come la guida cambi in maniera rilevante.

Non mancano altri settings come il controllo di trazione, che possono essere attivati o disattivati durante la guida tramite la pressione del tasto R1.

Questi aspetti faranno sicuramente la gioia di chi si aspetta il massimo da un simulatore, un po’ meno per chi è alle prime armi: il gioco è molto restrittivo per quanto riguarda questo fatto. Un assetto sbagliato potrebbe rendere la guida praticamente impossibile.

Ed è qui che la campagna ci viene in aiuto. Essa, infatti, ci propone dei bolidi con una potenza che aumenta in maniera lenta e graduale, permettendoci di prendere confidenza con l’aspetto simulativo del titolo.

ac1

 

Tanta attenzione ai dettagli

E che dire della grafica? Assetto Corsa ci propone dei modelli perfettamente riprodotti, senza aver nulla da invidiare alle loro controparti reali.

Tutto quanto, sempre grazie al Laser Scan, è stato realizzato con la massima cura.

ac5

Fiore all’occhiello della produzione sono sicuramente gli interni delle auto ed il rombo dei motori. Particolare attenzione è stata posta a quest’ultimo aspetto, con una grande varietà di suoni.

Grandi sforzi sono stati fatti anche per quanto riguarda la fluidità: il gioco gira a 1080p e 60 fps. Bisogna, però, sottolineare come il frame rate accenni a qualche calo nelle situazioni più concitate (le gare possono essere affrontate fino ad un massimo di 16 avversari).

Assetto Corsa

Un’altra nota negativa che ci sentiamo di sottolineare sono gli elementi di contorno come la vegetazione, il pubblico, ed altre piccolezze. Queste, infatti, risultano sottotono se paragonate al resto della produzione.

Nel gioco sono presenti anche i danni alle vetture. Benché questi non siano visibili (anche andando a sbattere contro i guard rail ci sarà solo qualche ammaccatura), riescono ad avere un peso sulla guida della macchina.

Assetto Corsa

Piccola nota anche per la modalità multiplayer.

Purtroppo questa risulta limitata, poiché non è possibile creare delle partite private. Inoltre, si può solo entrare in gare prestabilite dai server.

Per fortuna, durante le partite non abbiamo riscontrato problemi di lag o simili.

 

Conclusioni

Assetto Corsa si presenta come un gioco capace di riportare il genere dei simulatori di corsa ai fasti di un tempo.

Il gameplay, pur presentando una linea d’apprendimento inizialmente non semplice, riesce a regalare diverse soddisfazioni. Una volta che ci avrete preso la mano, passerete ore ed ore solo per trovare il giusto assetto in modo da avere la meglio sugli altri concorrenti.

Il titolo presenta qualche piccola imperfezione, che tuttavia non incide in maniera significativa sul giudizio finale.

In definitiva, consigliamo il gioco sia agli appassionati del genere, sia a coloro che vogliono cimentarsi in una guida che si discosta molto dai soliti arcade, ma per saperne ancora di più guardate il video sottostante e cliccate qui.