Connect with us

AUDIO

BOSE QC35 | NIENTE MALE !

Pubblicato

il

 

Da sempre Bose è un marchio molto conosciuto nel mondo dell’audio, e anche con le nuove Quiet Comfort 35 è riuscita nell’intento di incuriosire gli amanti della musica e della tecnologia wireless.

È vero, i veri audiofili non faranno mai a meno del cavo jack, ma è inutile negare che la vita senza fili è molto più comoda e confortevole soprattutto in viaggio. Ed è proprio su questo aspetto che le qc35 sono state concepite, per essere le migliori compagne di avventura per chi non sta mai fermo e vuole avere il massimo della flessibilità, e leggerezza.

 

Sono cuffie over ear realizzate con materiali leggerissimi, pieghevoli e riponibili nella custodia rigida già fornita in confezione, per poterle trasportare senza alcun problema.

In più al suo interno è presente un adattatore per potere usare le cuffie anche sugli aerei di linea, mostrando ancora la vocazione travel di questo pregiato headset.

IMG_4171

Per certi versi si possono definire le quietcomfort 35 come un modello sportivo, dal design deciso, semplice e quasi industriale, che sicuramente farà storcere il naso ai consumatori più esigenti e attenti al l’estetica e alla ricercatezza. Intendiamoci, la costruzione è pressoché perfetta, ma sicuramente sul mercato esistono cuffie ben più curate nel design e nel l’eleganza.

La colorazione silver non è l’unica disponibile, infatti potrete trovare le qc35  anche nella bellissima versione Black.

Onestamente non ho apprezzato molto il sistema basculante di chiusura delle cuffie, perché va a inficiare sulle linearità complessiva del prodotto, ma ciò dipende anche dai gusti personali.

 

bose quiet comfort 35

Le Bose quietcomfort 35 poggiano perfettamente sulla testa, e anche dopo lunghe sessioni di utilizzo non ho mai percepito alcun fastidio, grazie ai morbidissimi cuscinetti posti all’interno dei padiglioni e alla fascetta in alcantara che rendono l’esperienza ancor più piacevole e confortevole .

Tutto è studiato per essere funzionale al 100%, e senza fronzoli; ciò è dimostrato dai pulsanti di gestione e dallo switch di accensione a vista, presenti nel padiglione destro, che sono sempre reattivi e non sbagliano un colpo.

Purtroppo manca un sensore di presenza, e quando si rimuovono le cuffie dalle orecchie e le si poggiano al collo la musica continua ad essere in riproduzione,e da un headset di questo valore mi sarei aspettata questo tipo di feature.IMG_4193

Punto di forza sta sicuramente nella riduzione attiva del rumore , utilissima per isolarmi dai rumori ambientali e farmi godere al massimo le mie tracce preferite. Ho fatto alcuni test in proposito e attualmente è la miglior noise reduction che io abbia mai provato.

La riduzione è totalmente automatica, il che significa che essa si attiva solo quando ci sono rumori circostanti , mentre in caso ci si trovi in un ambiente tranquillo resta spenta. Da un lato la funzione è ottimale, visto che i microfoni posti sui padiglioni sono precisi e attenti, ma forse sarebbe stato meglio avere una gestione manuale per poter avere tutto sotto controllo quando si è in strada, visto che non tutti rispettano la segnaletica.

 

IMG_4155Ciliegina sulla torta è sicuramente l’autonomia , che si aggira attorno alle 19 ore, e che mi ha sempre consentito di fare lunghi viaggi in treno o in aereo senza preoccupazioni .

In più ogni volta che accenderete le cuffie vi verrà comunicata dalla voce guida lo stato della batteria, il che fa sempre comodo.

E già che ci siamo sappiate che l’assistente ha una voce decisamente angosciante …;) (scopritela nella video recensione)

È comunque presente un led molto discreto e ben visibile che indica la batteria residua, così in un batter d’occhio saprete subito se è il caso di ricaricare l’headset o meno.

Non ho mai avuto alcun problema nell’utilizzare le cuffie durante chiamate o video conferenze, con un audio sempre chiaro e cristallino sia da parte mia che dei miei interlocutori.

IMG_4163Volendo proprio mettere i puntini sulle i, vi confesso che sono rimasta un po’ delusa dalla qualità del cavo di ricarica micro usb e dal cavo jack, i quali sono interamente plastici e fini, e non mi sono apparsi resistenti e durevoli nel tempo, ma potrei sicuramente sbagliarmi. Onestamente avrei prediletto delle soluzioni in stringa o in nylon, con magari i connettori interamente metallici sia per design che per durabilità .

Le cuffie poi si interfacciano alla applicazione proprietaria di Bose, che attualmente è inutile per la gestione delle impostazioni delle cuffie, ma che ha l’unico scopo di aggiornare il firmware dei prodotti dell’azienda americana.

Passando ora al vero cuore delle cuffie, vi posso confermare la potenza dei driver di Bose, con bassi decisamente presenti e profondi, che sicuramente faranno piacere agli amanti di musica house, club e R&B.IMG_4175

In più l’isolamento acustico rende il tutto ancor più avvolgente, rendendo l’esperienza d’ascolto davvero unica, anche nel bel mezzo dei rumori cittadini. È ovvio sottolinearvi che l’audio è di alta qualità , sia per i medi che per gli alti, ma onestamente ho trovato le basse frequenze un po’ coprenti, ma questo dipende anche dai vostri gusti personali, e logicamente con un sistema di equalizzazione si può dare ampio spazio alla personalizzazione.

Le Bose quietcomfort 35 sono le cuffie perfette per chi è sempre in mobilità, e vuole possedere un headset affidabile nel tempo, dai toni decisi e con una noise reduction di altissimo livello, utile anche per zittire i colleghi universitari che non fanno altro che chiacchierare in aula studio .

 

E se non vi fosse ancora chiaro, approvo assolutamente l’acquisto di queste cuffie wireless, consigliandovi di prendere ben in considerazione tutti i pro e i contro delle Bose QC35, e valutare se possano fare al caso vostro.