Connect with us

INNOVATION

Generative design ed IA secondo Autodesk

Pubblicato

il

Autodesk, intelligenza artificiale e cloud computing applicati al design generativo

Autodesk si rilancia al Salone del Mobile 2019 presentando alcune interessante novità riguardo la sua gamma di progrmmi.

Il Loro prodotto di punta AutoCAD, programma di disegno e progettazione. Fondamentale per molti designers ed ingegneri ormai è affiancato da innumerevoli software specializzati in diversi ambiti. L’ultima innovazione è il generative design, che vede l’impiego di intelligenza artificiale, machine learning e cloud computing. Tutto questo volto alla generazione di strumenti di progettazione estremamente potenti come Redshift, e Fusion 360 .

3D printed leg, sviluppata per sport a livello professionistico.

Questi progetti di Autodesk vantano già di innumerevoli partner, del calibro di General Motors, Airbus e NASA.

Da queste partnership sono nate numerose idee e innovazioni, tra cui il Rover lander, progettato tramite la collaborazione Autodesk e Nasa Jet Propulsion Laboratory (NASA JPL), riduce il peso ed il costo rispetto al precedente Lander Curiosity mantenendone inalterata la robustezza.(Immagine in evidenza sopra il titolo)

Mark Davis, Senior director del team di ricerca e sviluppo Autodesk, nonché del progetto Lander, ha inoltre illustrato nei dettagli alcuni aspetti legati all’intelligenza artificale ed al genera.

Il cervello umano riesce al massimo a concentrarsi su un numero limitato di variabili, ad esempio… sei?” -dice Mark con tono simpatico- . Mentre un’intelligenza artificiale non ha potenzialmente limiti.

Mark Davis alla conferenza presenta dati e grafici, a raffica.

Questo permette di creare o reinventare prodotti in maniere nuove, difficili da immaginare per gli umani. Eliminando ad esempio le approssimazioni derivanti dalla meccanica classica. Questo studiando ed analizzando (mediante vincoli imposti dai progettisti) enormi quantità di dati e proponendo soluzioni ottimizzate tramite algoritmi di machine learning.

Ora siamo solo all’inizio, in questo momento un’IA ha una “potenza” simile a quella di una human intelligence” -specifica il Dottor Davis- . Ma la prima è destinata ad migliorare esponenzialmente più viene impiegata e più lei stessa impara, questa in un certo senso è la base del machine learning.

Clicca qui per saperne di più su Lander ed altri progetti.

Qui per approfondire il tema del generative design.