Connect with us

PC

HP: ecco i nuovi prodotti pensati per i professionisti

Pubblicato

il

Anche HP non si è fatta sfuggire l’opportunità di mostrare le proprie innovazioni in ambito business in occasione del Mobile World Congress.

Ecco che quindi entra in gioco il nuovo 2-in-1 di HP, il Pro x2 612 G2, insieme ad una serie di accessori adatti a renderlo un prodotto versatile ed efficace.

Durante la nostra visita allo stand dell’azienda, Michael Park, Vice Presidente della divisione Mobility, ci ha parlato di questo prodotto.

Scopriamolo insieme

 

Un 2-in-1 pensato per i professionisti

Ai giorni nostri ormai quasi tutte le persone lavorano in mobilità. Questo comporta la necessità di avere con sé dispositivi in grado di fare il lavoro che normalmente si farebbe in ufficio.

L’HP Pro x2 612 G2 è stato pensato proprio per questo. Michael Park ci ha fatto vedere come il dispositivo fosse stato costruito riuscendo ad avere molte feature così da renderlo quanto più versatile possibile.

Partiamo proprio dalla costruzione. Per la realizzazione di questo prodotto è stata utilizzata quanta meno colla possibile. Perché, come sottolineato da Park, in questo modo è più facile fare interventi di manutenzione sul 2-in-1. In questo modo, rompere uno schermo non rappresenterà più un ostacolo insormontabile. Se questo si dovesse rompere, la sua sostituzione risulterà molto più veloce. Allo stesso modo, se dovesse servire più memoria, si può installare tranquillamente un nuovo SSD (il prodotto ne contiene già una).

Ma è il numero di connessioni presenti sul Pro x2 a stupire. Troviamo infatti:

  • USB Type-C;
  • USB Type-A per i dispositivi meno recenti;
  • Lettore di impronte digitali;
  • Lettore di smart-card;

Insomma, tutta una serie di aggiunte che mirano a rendere la sua longevità di tutto rispetto. L’azienda prevede infatti un ciclo vitale tra i 3 ed i 5 anni.

La tastiera, inoltre, retroilluminata, presenta alcuni tasti dedicati utili per le videoconferenze tramite Skype.

Michael Park ci ha poi fatto vedere i vari accessori che verranno rilasciati insieme a questo 2-in-1:

  • Rugged Case: questa protezione ci permette di avere la massima mobilità, garantendo la massima protezione del dispositivo. Nella parte posteriore è stato messo un cinturino girevole a 360°, in modo da poter posizionare il dispositivo come meglio crediamo a seconda delle situazioni. Questo senza doverlo per forza appoggiare su una superficie solida, come ad esempio un tavolo;

  • HP Elite USB-C Port: sicuramente tra gli accessori più interessanti che abbiamo avuto modo di vedere. Questa soluzione permette al dispositivo di essere “trasformato” praticamente in un PC. Ci sono svariate porte disponibili su questa docking station. Basta collegare cavo USB Type-C sul Pro x2 e potremo effettuare diverse operazioni contemporaneamente: carica, uscita HDMI per visualizzazioni su più schermi, porte USB. Un accessori essenziale, costruito con materiali capaci di donare robustezza e solidità, con una dimensione assai ridotta.

 

Il lavoro sul palmo della mano

Abbiamo poi infine parlato di un accessorio per il windows phone HP Elite x3, che permette di scansionare i codici a barre. Park ci ha fatto l’esempio di un magazzino: ancora oggi ci sono diverse aziende che trascrivono tutto a mano prima di immettere i dati sul computer. Può capitare, però, che certe informazioni vengano scritte in modo sbagliato, aumentando i tempi ed i costi di lavoro dovendo risolvere un problema in più. Con questo accessorio, invece, questi problemi non sussistono: i dati scansionati vengono inviati direttamente al PC, senza la necessità di effettuare la stessa operazione più volte.

Questo è solo uno degli esempi che ci ha fatto Michael Park. Lo stesso dispositivo può comunque essere usato anche in altri ambiti lavorativi, come in ospedali oppure per le forze dell’ordine.

 

Un mondo in continua evoluzione

Tra gli obiettivi di HP vi è quello di rendere il mondo del lavoro quanto più semplice ed immediato possibile. Ecco perché la società ha presentato questi prodotti, pensati soprattutto per l’ambito professionale.

Sono tutte soluzioni che mirano anche a diminuire i costi del lavoro, facendo risparmiare tempo e denaro e rendendo le varie operazioni molto semplici ed accessibili.

Come sottolineato da Park, ci vorrà ancora del tempo prima che questi dispositivi riescano ad avere una diffusione tale da renderli “standard”. Anche perché l’opinione pubblica, almeno per quanto riguarda l’Elite x3, è quella di accostare questo smartphone ad altri device di massa, come l’iPhone o i prodotti Samsung. Tuttavia, bisogna considerare che questi prodotti sono stati pensati soprattutto per un uso professionale, dove utenti capaci sono in grado di utilizzare tutte le funzioni previste da essi.

In definitiva, siamo rimasti colpito dall’attenzione che HP ha riservato a questo campo.