Connect with us

iOS

iPhone SE Recensione

Pubblicato

il

Appena tirato fuori dalla scatola questo nuovo iPhone SE ci fa tornare indietro fino al 2012, anno in cui veniva presento iPhone 5. Nel 2012 appunto, il nuovo device di Apple puntava tutto sul suo essere compatto, su come era semplice usufruire di tutti i contenuti utilizzando una mano sola, a differenza della concorrenza che stava iniziando a puntare su diagonali sempre maggiori.

Oggi 2016, con una mossa a sorpresa (ma ampiamente anticipata dalle classiche voci di corridoio) l’azienda di Cupertino nonostante il notevole successo della serie 6, 6Plus e 6S, 6S Plus con display che varia da 4.7 sino ai 5.5, ripropone un iPhone compatto da 4 pollici, con le scocche riciclate del sopra citato iPhone 5 (ma con la potenza di un 6s) che onestamente lascia un po’ perplessi.

DSC00382_risultato

SCHEDA TECNICA

Dimensioni: 123.8 X 58.6 X 7.6 mm

Peso: 113 G

Processore: Apple A9 + Dual Core 1.85 GHz

GPU: PowerVR GT 7600

Ram: 2 GB

Memoria Interna: 64 GB non espandibile con MicroSD (esiste anche la versione da 16 GB)

Display: 4 pollici IPS LED con risoluzione 1136 X 640 a 326 ppi

Fotocamera: principale 12 Mp focale f 2.2, registrazione video sino in 4K, secondaria da 1.2 Mp 

Batteria: 1642 mAh

Sistema Operativo: iOS 9.3

DISPLAY

DSC00379_risultato

Il suo pannello da 4 pollici Retina IPS risoluzione 1136 X 640 ppi 326, offre una buona qualità, gli angoli di visione sono ottimi, così come la visibilità sotto la luce diretta del sole. Su questo SE non è presente il 3D Touch, ma Apple ha integrato la nuova funzione “Night Shift”, che permette di cambiare in manuale oppure ad orari programmati i colori del display verso tonalità più calde, consentendo un’affaticamento inferiore della vista. La qualità generale è sicuramente buona, anche se ad un occhio allenato non sfugge la griglia dei pixel un po’ troppo visibile.

HARDWARE E SOFTWARE

DSC00377_risultato

Le novità sotto il cofano di questo nuovo iPhone non mancano: partendo dal processore, un Apple A9 con architettura a 64-bit, ben 2 volte più veloce della generazione precedente e ben 3 volte più veloce nel comparto GPU. È’ presente anche un coprocessore di movimento integrato M9 che monitorizza la nostra attività fisica.

Anche la Ram viene “pompata” a 2 GB, incremento di potenza che va a migliorare di molto l’utilizzo del multitasking.

La memoria integrata non espandibile è da 64 GB (il modello provato da noi), esiste anche una versione da 16 GB, vivamente sconsigliata.

Il TouchID è di prima generazione (lo stesso di iPhone 5s) un po lento nello sbloccare il telefono, se paragonato a quello montato sulla serie 6s, ma comunque preciso.

Il “cervello pensate” è ovviamente iOS nella versione 9.3.1, la nuova release è una garanzia di fluidità e rapidità anche su questo SE. Le novità non mancano, come là funzionalità “Night Shift” per regolare i colori del display, e la possibilità di proteggere con password o impronta i nostri appunti dell’applicazione “Note”.

Non mancano anche le “Live Foto”, ovvero degli scatti accompagnati da una breve animazione video, che può essere attivata con una pressione prolungata del dito sul display.

Eccellete anche la navigazione web affidata a Safari, veloce e fluido nel renderizzare e nella consultazione delle pagine.

FOTOCAMERA E MULTIMEDIA

DSC00375_risultato

L’ottica principale ha un sensore da 12 megapixel (la stessa montata sul 6s), con apertura focale f/2.2, capace di girare video fino al 4K a 30 fps con stabilizzazione digitale.

E’ presente anche la possibilità di girare video in modalità “moviola” con risoluzione FullHD a 120 fps. Gli scatti sono realizzati in formato 4:3, come su tutti gli iPhone non è possibile cambiare la risoluzione.

Assolutamente deludente invece la fotocamera frontale da solo 1.2 megapixel, con focale f.2.4.

Nel complesso la qualità fotografica e video è ottima, in diverse condizioni di luce la resa è sempre soddisfacente.

Il Player video come sempre è limitato, non riproduce tutti i formati, richiedendo l’installazione di applicazione di terze parti per visualizzare i nostri contenuti video senza problemi. Ovviamente la diagonale ridotta del display “castra” e non di poco l’esperienza visiva.

L’Applicazione nativa per la musica è invece ottima, con svariate possibilità di gestione dei nostri brani, con un interfaccia semplice e intuitiva.

BATTERIA

DSC00376_risultato

Punto di forza di questo SE è senza dubbio la batterai da 1624 mAh, batteria di poco superiore a quella montata su 5s, ma con una autonomia assolutamente sorprendente.

Nella nostre prove non ci ha mai lasciato a terra turante la giornata, portandoci a sera sempre con una “disinvoltura” assolutamente sconosciuta ai suoi predecessori da 4 pollici.

Innegabile il lavoro perfetto fatto da Apple sul processore per ottimizzare i consumi.

E’ comunque presente un modalità di “risparmio energetico” che se attivata limita o disattiva tutte le funzioni legate al traffico dati.

CONCLUSIONI

DSC00374_risultato

In conclusone questo nuovo iPhone SE va bene, anzi, benissimo! Ma la domanda da porsi è una: A CHI PUO INTERESSARE?

Partendo dal prezzo assolutamente non economico (in linea con tutti i prodotti Apple), la versione da noi provata da 64 GB costa 609€, scendendo a 509€ per la versione da 16, taglio di memoria assolutamente sconsigliato.

Ma tralasciando il discorso economico (sempre di attualità con l’azienda di Cupertino), questo è un iPhone consigliato a tutti quegli utenti Apple che non hanno fatto “l’upgrade” dalla serie 5 (forse anche 4..) alla 6 per non perdere la praticità d’uso e scoraggiati dalle dimensioni troppo generose.

Impensabile (almeno per me possessore di un iPhone 6s Plus) il passaggio inverso, per chi ha sposato la causa di un display più grande con tutti i vantaggi del caso (multimedialità su tutto), a un device nettamente più piccolo.

Il mio voto finale rimane comunque alto, al netto dei pro e dei contro valutati.

VOTO FINALE: 8

Per ulteriori informazioni su iPhone SE trovate qui sotto i link sia della recessione che del test Benchmark e Gaming pubblicati sul nostro canale YouTube di TechOnAir.it: