Connect with us

Console

Milan Games Week – Le nostre impressioni

Pubblicato

il

La Milan Games Week è tra gli eventi più attesi, per quanto riguarda il territorio nazionale, dedicati al mondo dei videogiochi.

Nata nel 2011, la fiera ha visto un continuo aumento di visitatori nel corso degli anni, grazie anche al continuo impegno da parte degli organizzatori (prima Digital Events, poi Fandango Club) nel migliorare ogni singolo aspetto dell’evento.

Quest’anno erano presenti diversi giochi di spicco in uscita nei prossimi mesi, tra cui Final Fantasy XV e The Last Guardian, ma anche anteprime come Horizon Zero Dawn e Watch Dogs 2.

Abbiamo avuto modo di vedere e provare alcuni di questi giochi. Ecco cosa ne pensiamo!

 

FINAL FANTASY XV

Final Fantasy XV.13

Partiamo subito col botto.

Final Fantasy XV ci ha stupito sotto tutti gli aspetti. Partendo dalla grafica, dove abbiamo notato un livello di dettaglio e cura difficilmente visto altrove. Le animazioni risultano essere fluidissime, tanto nei combattimenti quanto nei momenti calmi.

Profondità di campo, effetti particellari, espressività: il motore grafico che muove Final Fantasy XV è un passo avanti a quanto visto fino ad ora. Il Luminous Engine si dimostra essere capace di regalare stupore senza alcuna sorta di rallentamento, anche nelle situazioni più concitate.

I combattimenti, inoltre, sono molto frenetici. E’ possibile spostarsi velocemente utilizzando l’abilità del nostro protagonista. Reagire agli attacchi nemici tramite la pressione di alcuni tasti in stile quick time event. Concatenare svariati attacchi utilizzando le abilità speciali dei nostri compagni. E’ anche possibile cambiare stile di combattimento, passando da quello in tempo reale a quello a turni.

Insomma, l’impressione generale che ci ha lasciato il titolo è stato sicuramente molto positivo. Ormai manca poco alla sua uscita. Se il livello qualitativo verrà mantenuto nel corso di tutta l’avventura, Final Fantasy XV si rivelerà essere la sorpresa del 2016.

Final Fantasy XV è atteso questo 29 novembre su Ps4 e Xbox One.

 

THE LAST GUARDIAN

the last guardian.3

Poteva mancare uno dei titoli più attesi per la console di casa Sony?

Alla Gamesweek è stato mostrato uno spezzone di gameplay di The Last Guardian. Il titolo, infatti, non era presente in maniera giocabile, per cui abbiamo solo assistito ad un gameplay del gioco già visto qualche mese fa.

Detto ciò, la sensazione generale che abbiamo avuto da questa presentazione è stata buona. C’è una certa sensazione di tensione che si riesce a percepire nel corso dei livelli. Risolvere i puzzle assume dunque tutto un altro significato. Essi, infatti, non si limitano solo a far lavorare il nostro cervello, ma fanno in modo di farci trattenere il fiato ad ogni azione, poiché basta un semplice passo falso per fallire.

Interessante poi l’interazione tra il protagonista e la creatura Trico. Per risolvere i diversi enigmi, infatti, dovremo lavorare insieme. Per esempio: per riuscire a raggiungere una posizione elevata, dovremo salire su Trico e dirgli di saltare.

Per quanto riguarda la componente grafica, abbiamo pareri contrastanti. Anche qui le animazioni sono incredibili: sia il protagonista che il suo animale presentano una fluidità molto buona, insieme a delle texture che riescono a lasciare il segno. Lo stesso, purtroppo, non si può dire dell’ambiente circostante: benché la fisica degli oggetti sia praticamente fotorealistica, lo stesso non si può dire dei livelli che ci ritroveremo ad esplorare. Niente da dire sul level design, quanto piuttosto il livello delle texture, che risultano in contrasto con quelle dei nostri eroi, visto il divario delle qualità che separa queste due.

Non è una componente da sottovalutare, soprattutto considerando il lungo periodo di sviluppo che ha avuto il gioco.

The Last Guardian arriverà in esclusiva su Ps4 il 7 dicembre.

 

CUPHEAD

cuphead-1

Parliamo ora di Cuphead.

Recentemente vi avevamo riportato che il posticipo dell’uscita del gioco all’anno prossimo.

Dopo la prova di oggi possiamo confermare quanto questa notizia ci dispaccia.

Cuphead, benché possieda un gameplay tipico degli shooter 2D, ha dalla sua un’impronta artistica molto peculiare. La palette dei colori utilizzati, le animazioni, persino la componente sonora: tutti questi elementi insieme riescono a trasmettere all’utente di essere davanti ad un prodotto degli anni 30. E non è un obiettivo semplice da raggiungere.

Se a questo aggiungiamo anche un livello di difficoltà molto alto, con nemici che spuntano da ogni dove e tanta azione su schermo, il titolo si rivela essere davvero molto interessante. Il gioco è davvero impegnativo, ma, allo stesso, tempo, riesce ad invogliare il giocatore a migliorarsi ad ogni partita. Un po’ come come accadeva in Super Meat Boy.

E’ ancora presto per esprimere un giudizio, ma da ciò che abbiamo potuto constatare, il gioco ha tutte le carte in regola per diventare una pietra miliare.

Cuphead arriverà su Xbox One e PC nel 2017.

 

LITTLE NIGHTMARES

Little Nightmares

Little Nightmares è un titolo che per quanto ci riguarda, è tra le rivelazioni della fiera.

Il livello che è stato messo a disposizione del pubblico ci ha permesso, seppur in breve tempo, di avere un assaggio di ciò che ci dovremo aspettare nel gioco. Il gameplay, infatti, è molto incentrato sullo stealth e sul risolvere puzzle in modo da avanzare nella storia. Nella sezione in questione, ci siamo ritrovati a dover spostare degli oggetti per poter interagire con dei punti specifici. Ci siamo anche dovuti “nascondere” da uno dei “nemici”, sfruttando le zone in ombra e scattando al momento giusto per non finire fra le sue grinfie.

Tutto questo, sfruttando la visuale 2D, che ci permette tuttavia di spostarci anche in profondità. Il motore grafico, inoltre, offre un buon livello di dettaglio, con un occhio di riguardo per quanto riguarda luci ed ombre, cruciali in questo gioco, insieme all’interazione con gli oggetti.

Toni dark, atmosfere cupe ed ambientazioni da brividi: tutte queste caratteristiche rendendo Little Nightmares un gioco da tenere in considerazione.

Little Nightmares arriverà su PC, Ps4 e Xbox One nel 2017.

 

CONCLUSIONI

La Milan Games Week ci ha lasciato con un’impressione piuttosto positiva.

La fiera diventa ogni anno che passa più grande, con espositori di grande rilievo come Ubisoft, 2k, Sony e Microsoft tra gli altri.

Il futuro si presenta sicuramente molto roseo per l’evento che ogni anno accoglie tantissimi visitatori: quest’edizione ha raggiunto il record di ben 138.000 persone.

Un risultato eccezionale, se si considera che la Milan Games Week ha una storia recente.

Al prossimo anno!