Connect with us

Android

OnePlus 6, uno smartphone da tenere sott’occhio

Pubblicato

il

OnePlus 6 è finalmente arrivato sui mercati di tutto il mondo. L’azienda, nel corso degli anni, è riuscita a crearsi una fetta di fans molto consistente. Il lancio in Italia ne è la prova: una coda lunghissima, con persone in attesa sin dalle 4 del mattino. Ma quali sono le caratteristiche che rendono questo dispositivo così popolare? Noi eravamo presenti all’evento italiano, e di seguito cercheremo di rispondere a questa domanda.

 

Potenza per tutti

Ciò che ha reso OnePlus così popolare, tra le altre cose, è il suo prezzo di listino. Il prodotto ha sempre proposto delle caratteristiche da top di gamma, facendo però spendere al consumatore la metà dei soldi richiesti per altri smartphone dalle stesse caratteristiche.

 

Quest’anno, pur alzando un po’ l’asticella, OnePlus 6 rimane un must per tutti quelli che non possono permettersi un investimento considerevole. Si parte, infatti, da 519 euro per la versione base, ma avrete comunque:

  • Schermo AMOLED full HD da 6,28”;
  • 6 GB di RAM;
  • 64 GB di memoria interna;
  • Fotocamera posteriore ed anteriore da 16 megapixel;
  • Batteria da 3.300 mAh con Dash Charge.

Tutti dettagli che non passano inosservati agli occhi degli utenti. Peccato solo della mancanza di una certificazione IP a prova di acqua e polvere.

 

Le nostre impressioni

Smartphone alla mano, la prima cosa che salta all’occhio è la capacità con cui l’azienda è riuscita a sfruttare lo spazio sul dispositivo. Nonostante la presenza del notch, nella parte inferiore lo spazio tra lo schermo ed il bordo del telefono è davvero molto ridotto. Lo schermo riesce dunque a coprire quasi tutto il dispositivo. Altri competitor, come Huawei, avevano lasciato questa zona quasi invariata rispetto ai modelli precedenti, ed in alcuni casi addirittura con la presenza del pulsante home.

Un altro punto a favore è la leggerezza della smartphone. Pur avendo dimensioni importanti, OnePlus 6 pesa solo 177 grammi, permettendo una maneggevolezza molto buona.

Continuando nella nostra prova, abbiamo notato come il software sia molto reattivo. Siamo riusciti ad aprire le applicazioni di sistema in tempi veramente ridotti. Facendo un confronto con Galaxy S8, OnePlus ne esce vincitore, riuscendo a gestire diverse app senza problemi.

Fronte e retro del dispositivo sono protetti da Gorilla Glass 5. Un dettaglio apprezzato, peccato che la scocca posteriore, ma anche anteriore, sia una calamita per le impronte. Dunque preparatevi a pulire il vostro smartphone spesso.

Nel software di sistema non mancano poi le gesture, come il doppio tap per accendere lo schermo, o la possibilità di nascondere il notch.

 

Conclusioni

La nostra breve prova ci ha lasciato molto colpiti. OnePlus si presenta come un dispositivo in grado di tenere testa alla concorrenza, grazie ad un design di alto livello che non passa inosservato. L’utilizzo dello spazio per quanto riguarda lo schermo è una spanna sopra agli altri smartphone Android. Se proprio vogliamo trovare dei difetti, la mancanza della certificazione IP fa un po’ storcere il naso. Certo, non è obbligatoria, però, come detto ad inizio articolo, il prezzo di OnePlus 6 lo fa entrare in una fascia dove si possono trovare telefoni dal calibro di S8. E’ anche vero che possiede una batteria di tutto rispetto, la quale vi permette di arrivare a fine giornata senza problemi, così da evitare di avere una powerbank sempre a portata di mano.