Connect with us

applicazioni

Recensione Soundbrenner Pulse – quando musica incontra tecnologia

Pubblicato

il

88

La mia grande passione, insieme alla tecnologia, è la musica. La musica è da sempre parte della mia vita e sin da piccolo suono la chitarra.

Quando riesco a trovare, quindi, un qualcosa che unisca queste mie due passioni – tecnologia e musica, appunto – vado in estasi.

Soundbrenner Pulse rappresenta esattamente questo.

Nato da una campagna Indiegogo, l’idea di base è semplice e molto interessante.

Pulse è infatti un metronomo indossabile configurabile tramite una app. La perfetta rappresentazione dello smart device, insomma.

Smartwatch per musicisti

A cosa serve, insomma, questo device? Beh, è un metronomo, quindi, molto semplicemente, tiene il tempo mentre si suona. Questa semplice funzione, però, la svolge in maniera molto smart.

Prima di tutto, come già detto, è del tutto configurabile attraverso una app – che tra parentesi si può utilizzare anche senza il Pulse.

In pratica lanciate l’app, scegliete il tempo e lui comincerà a vibrare.

Dover utilizzare sempre il telefono può essere fastidioso quando si suona e decisamente poco pratico. Ecco, quindi, che entrano in gioco le altre caratteristiche intelligenti del Pulse.

Il tempo, infatti, si può impostare semplicemente battendo sulla superficie del device. Niente telefono o impostazioni da cercare, battete con le dita sull’orologio ed ecco che lui inizierà a vibrare esattamente alla velocità richiesta. Per aumentare o diminuire quest’ultima, poi, sarà sufficiente ruotare la ghiera luminosa.

Un prodotto particolare

In partenza il pubblico di questo Pulse è una nicchia: i musicisti. Non è, però, nemmeno adatto a tutti i musicisti. Abituarsi al Pulse, infatti, non è molto immediato. E questo non perché non sia fatto bene o la vibrazione non si percepisca. No, per il semplice fatto che è un qualcosa di davvero diverso. Il classico dispositivo cui bisogna adattarsi, e non viceversa.

Superato questo primo momento di confusione e adattamento – aiutato dalla possibilità di utilizzarlo al polso, ma anche alla caviglia o al braccio con accessori tutti disponibili in confezione – Pulse saprà regalare delle soddisfazioni e non solo ai tech-heads come me, ma anche ai musicisti più tradizionalisti.  

Confezione e applicazione

Come dicevo, il Soundbrenner Pulse arriva con una serie di cinturini che vi permettono di utilizzarlo al polso o alla caviglia. Oltre a questo, in confezione – davvero molto curata – troverete il carica batterie, simile a quello dei Pebble per chi se li ricorda, una serie di manualetti e adesivi e anche un plettro. Una trovata davvero carina dal mio punto di vista.

L’app di cui parlavo prima, invece, è disponibile su App Store per iOS e Google Play per Android, e permette di settare e gestire il Pulse ma essere utilizzata anche come metronomo a sé stante.

Le funzioni sono davvero infinite e vanno dalla gestione dei BPM, al tempo – configurabile fino a 16/8, alla sottodivisione e anche alla durata del brano. Per quanto riguarda l’utilizzo combinato con Pulse, sono molto utili alcuni video guide che aiutano a destreggiarsi nelle varie impostazioni di questo dispositivo.

Un’altra funzione attivabile da app molto interessante è quella che permette di sincronizzare più orologi sullo stesso tempo. Così il vostro batterista smetterà di accelerare durante le prove… forse.

Musicisti… tech

Come detto in precedenza, questo Pulse è un oggetto particolare che però può non adattarsi a tutti i musicisti.

La qualità, le funzioni, e l’idea in sé, però, riescono a sopperire alle difficoltà di adattamento che possono sopraggiungere in un primo momento. Restituendo un prodotto interessante, ma soprattutto utile alla produzione musicale.

Trovate Pulse su Amazon cliccando sul link sottostante.

Acquistalo Qui