Connect with us

Blog

Sandmarc Anamorphic Lens – Recensione

Pubblicato

il

Dopo aver recensito la lente Wide, Sandmarc mi ha inviato in anteprima la loro prima lente anamorfica, che proprio da oggi è disponibile all’acquisto: la Sandmarc Anamorphic Lens.

Anamorphic Lens

Il formato anamorfico, da cui il nome Anamorphic lens, è tipico del cinema ed è caratterizzato da una immagine molto larga e stretta, con le classiche bande nere.

Il risultato dell’uso di una lente anamorfica si traduce in:

Riprese più larghe: circa 2x di informazioni orizzontali mantenendo inalterata l’altezza. In pratica si possono ottenere delle riprese molto larghe senza doversi allontanare troppo dal soggetto.
Lens flares: avete presente quei fasci di luce tipici dei film di J.J. Abrams? Ecco quelli sono i len flares. In pratica, riprendendo una fonte di luce direttamente in camera si ottengono dei fasci di luce orizzontali super particolari e dal tocco decisamente cinematografico.


Bokeh ovale: guardando la lente anamorfica, si nota subito il fatto che l’ottima interna sia ovale, questo permette di ottenere un bokeh molto particolare con forme, appunto ovali.

Con questa Anamorphic Lens, Sandmarc è riuscita a riportare tutte queste caratteristiche su iPhone.

Per dare qualche dato tecnico, si tratta di una lente con 16:9 di aspect ratio e 1.33x di squeeze realizzata in vetro multistrato. Il diametro è di 42mm.

Esattamente come nel caso della lente Wide, nella confezione troviamo: la lente, con tutti i vari tappini in gomma per proteggerla, una pochette, un pannetto in microfibra e infine una clip o una cover per il fissaggio su iPhone.

La classica ricca dotazione di Sandmarc. Nota positiva sulla cover che rispetto a quella che già avevo, adesso è realizzata in un materiale più morbido al tatto e copre l’intera superficie di iPhone.

Come si usa

A differenza di quanto accade con una lente normale, questa lente anamorfica ha bisogno di un po’ di lavoro di post-produzione.

Mi spiego meglio.

Una volta montata, l’immagine che vedrete su iPhone accedendo alla fotocamera, non sarà quella classica anamorfica di cui ho parlato sopra. Questo perché l’immagine ha bisogno di essere modificata: desqueezed, in inglese. In pratica, va schiacciata.

Desqueezed foto
Squeezed foto

Per fare questo ci sono vari metodi e il tutto si può fare sia da smartphone che da computer.
Qui la guida nel dettaglio.
In generale, comunque, si tratta di utilizzare delle app come FilmicPro su iPhone oppure Final Cut Pro o Premiere Pro su Mac o PC.

Considerazioni finali

Da tempo volevo provare una lente anamorfica e nonostante io sia un neofita sotto molti punti di vista per ciò che riguarda il videomaking, mi sono trovato davvero bene con questo prodotto di Sandmarc.

La qualità è ottima e con un po’ di fantasia si riescono ad ottenere delle riprese davvero particolari. Con questo stile da film, che fa tutta la differenza del mondo.

Sulla lente in sé niente da dire, è costruita bene, il dettaglio è buono e, insomma, in generale è un ottimo oggetto, così come lo era la Wide Angle. Molto bello anche il nuovo case, più protettivo e che permette di allineare in maniera corretta la lente, così da limitare al minimo le distorsioni. Distorsioni che si notano solo sui margini più laterali dell’immagine ma non inficiano il risultato finale.

Dopo un po’ di tentativi sono riuscito a ottenere il massimo registrando video in 4K a 60 fps, direttamente con la camera di iPhone, lavorando poi dal computer per montaggio e desqueeze.

Che dire, quindi, ringrazio Sandmarc per l’opportunità e mi sento di consigliare questa lente a chiunque voglia provare a fare qualcosa di davvero diverso con il proprio smartphone.

Per tutte le informazioni aggiuntive vi lascio il link al sito, da dove si può anche acquistare il prodotto.

Per vedere altre foto e video scattati con le lenti Sandmarc, invece, il mio profilo Instagram @protofra

Di seguito, invece, una galleria con alcuni scatti realizzati con Anamorphic Lens di Sandmarc.

Clip registrate di giorno – editata
Clip registrate di notte, con lens flares – non editata
Clip notturne – editate