Connect with us

Android

Visa presenta il futuro dei pagamenti

Pubblicato

il

Anche quest’anno siamo stati presenti al Mobile World Congress, tra gli eventi più importanti per quanto riguarda il campo mobile.

Tuttavia, la fiera non è dedicata solo agli smartphone. All’interno di essa possiamo trovare un numero considerevole di aziende, sia di piccole che di grosse dimensioni. Tutte pronte a svelare i loro ultimi ritrovati in ambito tecnologico.

Visa, in questo aspetto, non è stata da meno, presentando alcune interessanti novità che mirano a rendere il mondo dei pagamenti più immediato.

Grazie ad Andrea Fiorentino, Head of Mobile Market Readiness Visa Europe, abbiamo avuto modo di parlare in maniera approfondita di tutti questi nuovi aspetti. Vediamo insieme alcuni di essi.

 

Il futuro sta nella Realtà Aumentata e Virtuale

Come non migliorare l’esperienza di acquisto se non partendo proprio dalle tecnologie del futuro? Benché debbano ancora prendere piede, è indubbio che la VR e la AR siano destinate a ricoprire un ruolo di vitale importanza in futuro.

A tal proposito, Visa ha presentato dei prototipi per queste categorie.

Per quanto riguarda la Virtual Reality, Fiorentino ci ha mostrato quelli che sono i concept pensati dall’azienda. Considerata la partnership dell’azienda con Formula E, ci è stato mostrato un esempio di acquisto del biglietto per una gara.

Prima di effettuare la prenotazione, ci è stata chiesta un’autenticazione vocale. Sì, perché questo servizio si serve, tra le altre cose, della voce per autorizzare il movimento di denaro. Così, una volta effettuati tutti i passi, ci è bastato dire semplicemente “Visa Check-out” per terminare il tutto.

L’intera operazione è stata fatta in soli 3 semplici passi.

Allo stesso modo, l’Augmented Reality aiuta il consumatore a capire quali sono i luoghi di maggior interesse. Come? Allo stand ci è stato mostrato l’esempio della mappa di una città. Tramite il tablet è stato possibile ricreare questa particolare zona con edifici 3D in stile Google Earth. Non solo: l’applicazione è stata in grado di fornirci diversi dati relativi ai pagamenti, mostrandoci le zone in cui questi sono avvenuti maggiormente. In questo modo, il consumatore può essere “guidato” nei suoi acquisti, perché può individuare più velocemente luoghi di particolare importanza.

 

QR Code, una tecnologia aperta a tutti

La nostra visita allo stand ci ha riservato diverse sorprese.

Tra queste, vi è sicuramente il pagamento utilizzando la scansione del codice QR.

La più grande novità che riserva questo tipo di servizio, a detta di Andrea Fiorentino, è il fatto che in questo caso non è il venditore a richiedere i soldi, ma è l’acquirente a darli, a mandare la somma di denaro richiesta.

Tutto questo è possibile grazie a mVisa, che permette i pagamenti senza l’utilizzo del POS. In questo modo, i commercianti non devono fare degli investimenti, piccoli o grandi che siano, per poter garantire al cliente la possibilità di pagare utilizzando carte di credito o simili.

Questa tecnologia è infatti presente in paesi come l’India, dove ci sono moltissimi negozi, tra cui alcuni dove, purtroppo, le infrastrutture che ruotano intorno ad internet non sono ancora disponibili.

Il suo funzionamento è molto semplice: il cliente entra in un negozio, prende il necessario e, all’atto del pagamento, scansiona il codice QR. Quindi, seleziona il metodo di pagamento (Visa, Mastercard, ecc.), immette l’importo ed il codice (password, fingerprint, ecc.), e l’operazione è conclusa.

Perché abbiamo citato anche i competitor di Visa? Perché quest’ultima non ha fatto sua questa tecnologia. L’azienda ha, come spiegato da Fiorentino, donato parte del QR ad IMV, che è lo standard dei pagamenti a livello globale. In questo modo il venditore non è tenuto a fornire svariati QR, ma ne basta semplicemente uno che è valido per tutti, avvantaggiando sia lui che l’acquirente.

 

Pagamenti sempre più connessi 

Il mondo dei pagamenti si sta sempre più muovendo in una direzione in cui non dovremo più portare con noi il portafoglio.

Visa ci ha dato un assaggio di ciò che verrà e di ciò che è già presente in alcuni paesi, e che verrà presto reso disponibile anche in Europa.

Realtà Aumentata, Realtà Virtuale, QR Code: metodi che mirano a rendere più semplice il mondo del consumer, ma soprattutto più accessibile.

La tecnologia QR è tra le più importanti secondo noi. Essa è in grado di far sì che anche il luogo più remoto della terra riesca a stare al passo coi tempi.